VOGLIOURLARE

…a che serve essere vivi, se non si ha il coraggio di lottare? -Giuseppe Fava-

Tag: intercettazioni

Genchi, lo scandalo chiamato giustizia che fa storcere il naso ai potenti

by aldocimmino

istcg

Lo scandalo non fa notizia. O forse quello del pettegolezzo che diverte e incuriosice morbosamente la gente si.  Tutto ciò che sta accadendo a Giocchino Genchi è un attacco alla democrazia, alla giustizia e alla verità di cui pochi ne parlano. Non un servizio di telegiornale o qualche articolo di giornale è stato “sprecato” per descrivere la contorta vicenda del consulente tecnico dell’autorità giudiziaria. Genchi, che ha collobarato alle più importanti indagini di mafia e non solo, con Giovanni Falcone e Luigi De Magistris, fa paura. Lo temono coloro che hanno qualcosa da nascondere ai cittadini italiani; lo temono autorità pubbliche, giornalisti e magistrati che sono in qualche modo collusi con le logiche di potere. Coinvolto di recente nel presunto scandalo di intercettazioni, Genchi ha subito diverse iniziative giudiziare senza una sostanziale base di verità o di colpevolezza. Il vero scandalo è quello che la stampa e alcuni uomini politici, l’onorevole Gasparri infatti ne aveva chiesto addirittura l’arresto (con quale autorità lo avesse chiesto non è dato saperlo) hanno montato ai suoi danni. Il dottor Genchi sarebbe stato accusato di aver intercettato “350.000” persone e di vari altri reati, alcuni dei quali, per essere contestati a chiunque, dovrebbero essere prima inseriti nel codice penale come tali in quanto attualmente non esistono. Il consulente tecnico, infatti sarebbe stato accusato di violazione del segreto di Stato per aver acquisito tabulati telefonici attribuiti a “007” italiani per i quali però non vige alcun segreto di Stato ne alcuna immunità parlamentare dato che non si tratta di esponenti delle Camere.  Sebbene quindi Genchi avesse soltanto svolto il suo lavoro, con dedizione e coraggio, si giunge alla prima fase di questa storia con il sequestro del cosidetto “archivio Genchi”. E’ stato definito cosi il computer sequestrato dagli uomini del Ros di Roma, contente tutti i files delle varie inchieste svolte dal dottor Genchi come consulente tecnico dell’autorità giudiziaria e sempre prontamente autorizzato dai relativi pm che si erano avvalsi, come sancisce la legge nelle attività di indagine, del suo aiuto. «Sta per uscire uno scandalo che forse sarà il più grande della storia della Repubblica – aveva dichiarato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi – un signore ha messo sotto controllo 350 mila persone» (La Repubblica.it 24 gennaio 2009 http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/giustizia-8/giustizia-8/giustizia-8.html). Peccato che il Tribunale del Riesame di Roma abbia annullato i due decreti che prevedevano il sequestro del computer di Gioacchino Genchi. «Ha agito correttamente senza violare alcuna legge» scrive il Riesame presieduto da Francesco Taurisano. Ma sopratutto i giudici romani demoliscono ad una ad una le fantasiose accuse mosse a Genchi “nell’eccellente lavoro di indagine” dei procuratori aggiunti Achille Toro e Nello Rossi. Non c’è accesso abusivo ai dati dell’Agenzia dell’Entrate perchè autorizzato sempre dai pm. Non ci sono state acquisizioni illegali di tabulati telefonici, inoltre il tribunale del Riesame sebbene, siamo sicuri, si sia impegnato a fondo, non è riuscito a rinvenire la norma che vieterebbe l’acquisizione dei tabulati telefonici degli “007” italiani, forse perchè non esiste. Ha ragione Berlusconi è un vero scandalo; è un vero scandalo che vada in giro ad allarmare l’opinione pubblica su fatti che non conosce o forse che conosce fin troppo bene, che avalli il caso Genchi, solo per giustificare una riforma sulle intercettazioni, per imbavagliare la giustizia in Italia ed impedire che si possano svolgere importanti indagini di mafia, che non si preoccupi degli scandali che lo colpiscono in prima persona. E’ proprio il caso di unirsi all’appello di Marco Travaglio: Io stò con Genchi!

 

Visita anche: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/2009/04/10/io_sto_con_genchi.html

Sosteniamo l’appello del “Comitato AddioPizzo”

by aldocimmino

Contro Ddl Intercettazioni