VOGLIOURLARE

…a che serve essere vivi, se non si ha il coraggio di lottare? -Giuseppe Fava-

Tag: contromafie

Manifesto degli Stati Generali dell’Antimafia

by aldocimmino

ContromafieCon la lettura delle conclusioni affidata  all’attore di “Fortapasc” Libero Di Rienzo, si chiude questa seconda edizione di “Contromafie” voluta da Libera. Il Manifesto è il frutto di circa diciassette gruppi di lavoro ai quali hanno partecipato 2500 persone e 100 relatori; esperti italiani ma anche stranieri provenienti dal resto d’Europa ma anche dal Sud America.Il documento, pubblicato di seguito, contiene non soltanto gli ulteriori impegni che l’associazione Libera e Don Ciotti intendono assumersi per il futuro ma soprattutto le richieste che la società civile e le associazioni che costituiscono il network di Libera fanno alla politica e alle istituzioni, per un paese davvero liberato dalle mafie.

  

Manifesto degli Stati Generali dell’Antimafia, per un paese liberato dalle mafie

 

Noi sottoscritti cittadini e cittadine, uomini e donne di ogni età, ci assumiamo la responsabilità di:

- affermare nella nostra vita quotidiana i valori della pace, della solidarietà, dei diritti umani, della legalità democratica e della convivenza civile, contro ogni forma di violenza, d’illegalità, di negazione della dignità della persona;

- promuovere e partecipare a tutte le iniziative, i progetti, le attività necessarie per liberare il mondo dalle mafie;

- fare vivere la memoria delle vittime di mafia come testimonianza di un mondo giusto, consapevole, coraggioso e responsabile;

Leggi il seguito di questo post »

Contromafie 2009, dalle parole alle proposte

by aldocimmino

Da domani il via alla seconda edizione della tre giorni organizzata da Libera con la partecipazione della società civile, delle istituzioni e delle associazioni

 

SEGUI LA DIRETTA SU      Arcoiris Tv

  

Plenaria

LIBERA da sempre lavora per rafforzare il versante della prevenzione nell’opera di contrasto alle mafie, nella consapevolezza che il solo “agire” repressivo sia necessario ma non sufficiente. La prima vera risposta al controllo mafioso del territorio è la pratica di cittadinanza e partecipazione che singoli, associazioni e formazioni sociali di ogni genere sono chiamati a costruire e vivere. A tale riguardo nei documenti di Libera spesso si richiama uno dei suoi obiettivi principali: “costruire una comunità alternativa alle mafie”, dove vengano riconosciuti a ogni essere umano diritti e non favori, a differenza di quanto avviene nel sistema mafioso, così come è definito nella Carta Costituzionale. La battaglia contro le mafie è quindi necessariamente una battaglia per i diritti sanciti dalla Costituzione.

 

Leggi il seguito di questo post »