Camorra, raffica di arresti nel napoletano

di aldocimmino

Le operazioni congiunte di polizia e carabinieri hanno smantellato una delle più proficue piazze di spaccio e portato al sequestro di un istituto di vigilanza

 

ArrestoL’organizzazione a Scampia era più che perfetta. Pusher ben nascosti, madri che li rifocillavano, calando con il “paniere” dal balcone pasti e bibite, file interminabili di tossicodipendenti, tra transenne e disciplinari, che quotidianamente acquistavano le loro dosi giornaliere. Ecco come si presentava la più proficua “piazza di spaccio”,quella dell’Osai del Buon Pastore, in via Ghisleri, al “lotto R” e che è stata smantellata grazie all’operazione coordinata dalla squadra investigativa  del Commissariato di Scampia diretto da Michele Spina. Durante le lunghe e certosine indagini, gli inquirenti hanno localizzato le “piazze di spaccio” e focalizzato l’attenzione su quelle più redditizie.

Le investigazioni hanno riportato alla luce un sistema macchinoso e articolato di vendita  delle sostanze stupefacenti. Il complesso edilizio del “lotto R” era ormai divenuto centro inespugnabile di attività illecite pianificate nei dettagli. Gli spacciatori vendevano droga direttamente dall’interno di uno degli edifici attraverso una fessura ricavata dal portone di ingresso, sbarrato con un apposito maniglione azionabile soltanto dall’interno. Ma pusher e spacciatori continuavano la loro opera criminale anche grazie al supporto di “vedette”cioè affiliati all’organizzazione che avevano il compito esclusivo di segnalare l’arrivo di forze dell’ordine e quindi facilitare la fuga. Il regno dello spaccio degli “scissionisti”, il gruppo camorristico che da anni si oppone al clan Di Lauro, coinvolgeva anche i condomini del “lotto R” che per accedere alle proprie abitazioni erano costretti ad attendere che gli spacciatori, quando era necessario, gli aprissero le porte di casa.

Leggi tutto su: http://www.liberainformazione.org/news.php?newsid=7701